Andare alle terme: facciamo un po’ di chiarezza

Non è sempre ben chiaro quando parliamo di “terme” cosa si intenda. Ad oggi una vasta offerta di servizi benessere e alla persona rende un po’ generica questa parola che in realtà indica molto altro.

Intendiamo per “Terme” tutte quelle strutture che, in prossimità di una sorgente termale, erogano cure idroterapiche proprio con l’ausilio dell’acqua termale. Le acque termali sgorgano naturalmente calde, alcune fino ad una temperatura di 60° C e solitamente si trovano in prossimità di territori con un passato, molto passato, vulcanico.

Prima di poter utilizzare le proprietà miracolose delle acque, la sorgente di acqua termale deve ricevere un riconoscimento ufficiale da parte del Ministero della Salute e dalla ASL del proprio territorio oltre che dagli organi di controllo territoriale come le Regioni, che con proprio decreto autorizzano lo stabilimento all’utilizzo delle stesse per uso terapeutico. Un iter molto lungo che tutti gli impianti termali devono affrontare.

Il Termine TERME e il termine SPA sono la stessa cosa, ma nell’accezione comune il termine SPA (Salus per acquam) viene spesso impropriamente adoperato anche per indicare strutture, vasche e piscine che, non utilizzando acqua termale, non posso essere considerate terme. in tal caso l’uso del termine SPA configura una violazione di legge e un inganno al consumatore.

 

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento