Direttivo federalberghi terme
RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO

COMUNICATO STAMPA

 Thermae Abano Montegrotto, 16 marzo 2017

CASTELRAIMONDO, CAORLE, MONTECATINI:

FEDERALBERGHI TERME RACCOGLIE CONSENSI IN TUTTA ITALIA

Il Presidente Emanuele Boaretto ed il Direttore della sezione euganea Marco Gottardo hanno illustrato ai colleghi di tutta Italia il nuovo sindacato dedicato all’economia termale italiana.

Una tre-giorni dal 2 al 4 marzo a Castelraimondo (Macerata) con direttori e segretari delle organizzazioni aderenti a Federalberghi, un approfondimento a Caorle per la sezione Veneto il 6 marzo e, infine, il primo Consiglio Direttivo a Montecatini il 14 marzo: è iniziato così il percorso di *Federalberghi Terme in Italia.

Il primo appuntamento, quello nei luoghi del terremoto, è stato seguito dai circa 50 responsabili delle maggiori associazioni di albergatori aderenti al sistema Confcommercio provenienti da tutta Italia, di fronte ai quali il direttore di Federalberghi Terme Abano Montegrotto, l’ing. Marco Gottardo, ha presentato ufficialmente la neonata Federalberghi Terme a tutti i presenti e ad alcuni parlamentari del territorio, l’On. Piergiorgio Carrescia ed Emanuele Lodolini, entrambi del PD, che hanno ritenuto utile ed opportuno conoscere maggiormente le tematiche turistiche di maggiore attualità.

Stesso interesse, ma nuovi imprenditori per l’incontro con gli albergatori veneti a Caorle nell’ambito del Consiglio Direttivo di Federalberghi Veneto, in cui il Presidente Marco Michielli ha informato i vertici delle diverse associazioni della costituzione della Federalberghi Terme ed invitato all’adesione quanti avessero stabilimenti o alberghi termali nel loro territorio di pertinenza.

Ultimo appuntamento in ordine di tempo, il primo Consiglio Direttivo di Federalberghi Terme tenutosi presso l’Associazione Albergatori di Montecatini, alla presenza di altre rinomate località termali quali Ischia, Salsomaggiore, Chianciano e Fordongianus, con seguente visita del Presidente Emanuele Boaretto al Sindaco di Montecatini Terme. “In questi contesti, – ha spiegato il Presidente nazionale di Federalberghi Terme, Emanuele Boaretto, – abbiamo posto in evidenza *l’evoluzione del Mercato Termale, il passaggio dal concetto di Sanità a quello di Salute con nuove esigenze del cliente/paziente e la necessità di standard qualitativi elevati, di maggiore innovazione e di un cambio delle norme di riferimento.

 Il nuovo sindacato ha indubbiamente una valenza organizzativa sin dal principio vasta e diffusa con una copertura nazionale di 380 stabilimenti termali, 15 mila impiegati, 130 milioni di fatturato con il SSN ed un miliardo di fatturato dato dal turismo termale. Gli scopi sociali che si profilano all’orizzonte sono la rappresentanza e tutela in relazione alle attività termali e del benessere, la promozione e lo sviluppo dell’offerta termale e del benessere, le attività di consulenza ed assistenza, lo sviluppo di attività formative, la sottoscrizione di contratti ed accordi sindacali, lo svolgimento di indagini, ricerche, studi, analisi e la sottoscrizione di accordi e convenzioni.

Un accento particolare, anche a fronte della presenza di alcuni parlamentari, è stato posto sul finanziamento alla ricerca, volto ad approfondire la conoscenza delle caratteristiche terapeutiche specifiche della propria risorsa e che vogliono riconosciuta a ciascuna azienda termale la possibilità di scegliere autonomamente gli enti più adeguati da finanziare per la promozione della ricerca. Altrettanto fondamentale la sottolineatura posta sul turismo termale transfrontaliero, affinché si identifichino tutte le terme italiane attualmente accreditate con il Sistema Sanitario Nazionale, oltre alla lista di tutte le patologie riconosciute, da poter trasmettere agli stati Europei che hanno sottoscritto accordi sulla libera circolazione del paziente.

Di interesse comunitario è anche il tema dell’invecchiamento attivo e della necessaria attenzione sociale che vedrebbe le terme protagoniste. Sul fronte politico nazionale, si proiettano invece le considerazioni fiscali sull’assistenza sanitaria e l’importanza della prevenzione sulla spesa pubblica.

Infine, si è posto l’accento sulla formazione continua per i medici di medicina generale, sulla difesa del marchio termale, sulla valorizzazione e promozione della cultura del turismo termale e sulla Governance del settore. Allo stesso modo in quest’ultimo appuntamento a Montecatini si è discusso soprattutto di accordo nazionale sulle tariffe termali, di ricerca scientifica in linea con le specificità dei territori e di sviluppo e tutela del movimento turistico termale e dei relativi territorio termali. Per lo sviluppo di questi punti ci aspettiamo un forte impulso dal nostro Centro Studi Termali Pietro d’Abano, il principale ente dedicato a ricerca e innovazione all’interno della nuova Federalberghi Terme.

“Stiamo ricevendo numerose dimostrazioni di interesse al progetto da ogni parte d’Italia – chiosa Boaretto – segnale del fatto che Federalberghi Terme sta suscitando curiosità e partecipazione attraverso questi approfondimenti e che le tematiche che si sono portate all’attenzione dell’opinione pubblica sono di vero *interesse per le località che vivono di turismo termale“.

Iris Rocca
Ufficio Stampa 
Federalberghi Terme Abano Montegrotto Tel. 049 8669877 – Via Jappelli 5 – 35031 Abano Terme, press@abanomontegrotto.it

Print Friendly, PDF & Email
Similar Posts

Lascia un commento