E. Boaretto Presidente Federalberghi Terme

Roma – Porta la data di ieri la lettera che il Presidente di Federalberghi Terme Dott. E. Boaretto, il nuovo Sindacato per le Aziende Termali costituitosi lo scorso 2 Febbraio, ha inviato a tutte le aziende termali del territorio italiano quale informativa circa l’intesa sul rinnovo delle tariffe termali

E. Boaretto Presidente Federalberghi Terme
E. Boaretto

per il triennio 2016-2018 dello scorso 1 Febbraio (vedi ns. articolo).

Una lunga analisi che termina con delle considerazioni interessanti e un focus sui punti focali non solo del nuovo accordo sottoscritto ma su tutta la situazione attuale del mondo termale. In primis, l’aumento tariffario previsto dall’intesa, che sarà coperto in parte dall’aumento del ticket sanitario esatto per le prestazioni termali (che è passato da € 50 a € 55 ogni ciclo di cura) e che, qualora non bastasse, potrebbe portare a nuove misure, sempre a carico dei cittadini, per colmarne la differenza.

Aumenti da una parte doverosi per un settore che non è aiutato da politiche di sostegno ma che allo stesso tempo, gravano sullo stesso utente che usufruisce del servizio termale italiano e che si troverebbe quindi disincentivato a servirsene con oneri più alti.

Anche il Fo.R.S.T. di Federterme è stato oggetto di analisi in questa comunicazione inviata, che sottolinea come non sia dato spazio ad altri di lavorare sulla Ricerca Scientifica Termale ma rimane ad appannaggio di questa Fondazione e che in motivo di chiarezza, andrebbe regolamentato meglio il tutto. La lettera continua con molti punti individuati su cui riflettere e per i quali Federalberghi Terme si propone come rappresentante affiancandosi quindi a Federterme. Gli altri punti trattati nella circolare sono:

  1. Finanziamento alla ricerca
  2. Turismo termale transfrontaliero
  3. Invecchiamento attivo
  4. Politiche fiscali
  5. Formazione continua
  6. Difesa del marchio termale
  7. Valorizzazione e promozione della cultura del turismo termale
  8. governance del settore

molto su cui riflettere quindi e su cui discutere. Abbiamo ricevuto copia della lettera della quale è possibile scaricarne una copia qui: lettera alle aziende termali italiane

VAL.CO.

Print Friendly, PDF & Email
Similar Posts

Lascia un commento